Sei qui: Home Ambiente Elettromagnetismo
Comune di Ponte nelle Alpi - (Provincia di Belluno)

Elettromagnetismo

Informazioni generali

Si possono trovare informazioni generali sull'elettromagnetismo anche nel sito dell’ARPAV: http://www.arpa.veneto.it/agenti_fisici/htm/rni_radiazioni_non_ionizzanti.asp

Stazioni radio base

Il Comune di Ponte nelle Alpi si è dotato di un “Piano territoriale per l’installazione di Stazioni Radio Base per la telefonia mobile”, la cui versione definitiva è stata approvata in Consiglio Comunale convocato il 26/07/2006

Scopo del documento è quello di fornire al Comune un progetto di localizzazione per l'installazione di nuove di Stazioni Radio Base (SRB), privilegiando i siti di proprietà comunale, a completamento dei piani di copertura del territorio richiesti dai gestori di telefonia, in particolare per quanto riguarda la nuova tecnologia UMTS.

Rappresenta quindi una forma di tutela da parte dell’Amministrazione nei confronti dei gestori che altrimenti potrebbero installare le antenne in maniera incontrollata.

Le richieste dei gestori, integrate con i dati tecnici delle SRB esistenti, sono state analizzate singolarmente e nell'insieme, con l'obiettivo specifico di garantire le coperture dei servizi ed al contempo assicurare le condizioni di massima cautela per le esposizioni della popolazione ai campi elettromagnetici, in applicazione del principio di minimizzazione.

Sono state analizzate anche ipotesi alternative di localizzazione degli impianti, al fine di giungere una soluzione finale volta a minimizzare l'impatto ambientale, pur mantenendo il rispetto delle esigenze di copertura.

A seguito dell’approvazione del Piano Antenne, sono giunte due richieste dai TIM e VODAFONE per l’installazione di stazioni radio base presso lo Stadio Orzes. In entrambi i casi è stato stipulato un contratto di concessione della porzione di sedime per l’installazione dell’impianto, che prevede anche la posa in opera a spese del gestore del palo e dell’impianto di illuminazione dello Stadio.

Il 27 agosto 2007 era stata concessa alla VODAFONE l’autorizzazione ai sensi dell’art. 87 del D. Lgs. 01.08.2003 n. 259 per la realizzazione dell’intervento di installazione della stazione radio base presso lo Stadio Orzes.

Il 25 marzo 2008 è stata concessa anche alla TIM l’autorizzazione ai sensi dell’art. 87 del D. Lgs. 01.08.2003 n. 259 per la realizzazione dell’intervento di installazione della stazione radio base presso lo Stadio Orzes.

E’ in corso un monitoraggio dei campi elettromagnetici nella zona circostante lo stadio e un’attività di informazione pubblica sul tema (incontro del 18/12/2007, incontro del 11/09/2008).

Clicca qui per visionare i risultati delle analisi in corso.

Elettrodotti

Nel territorio del Comune di Ponte nelle Alpi sono presenti n.10 linee elettriche ad alta tensione a 220 kw e 132 kw. In particolare, il centro abitato di Ponte nelle Alpi è attraversato dalla doppia terna 220 kw n. 22.217 “Soverzene-Scorzè” e n. 22.218 “Soverzene-Vellai” e dalla doppia terna a 132 kw n. 28.556 “La Secca-Polpet” e n. 28778 “Nove 71-Polpet”. Le linee n. 22.217 e 22.218 interessano direttamente l'abitato di Ponte nelle Alpi, inserendosi profondamente al suo interno, in modo tale da arrecare evidenti danni al tessuto urbano per la loro incompatibilità ambientale ed urbanistica. Particolari criticità relative ai campi elettromagnetici sono state evidenziate e confermate da più campagne di rilevamento effettuate da A.R.P.A.V. a partire dal 1996 ad oggi. Tali analisi hanno evidenziato rilevanti valori di campo d'induzione magnetica superiori a 3 μT (microtesla) e in due casi superiori a 10 μT (microtesla).  I dati  rilevati hanno generato giustificate preoccupazioni da parte dei cittadini, del Comitato Stop Elettrosmog che da anni segue il problema, e dell’ Amministrazione Comunale in quanto riscontrati in edifici residenziali e in strutture scolastiche.

Secondo l’Assessore all’Ambiente, Ezio Orzes, "La presenza delle linee elettriche ha determinato, nel tempo, un disarmonico sviluppo urbanistico del nostro territorio, impedendone un razionale assetto".

"Abbiamo affrontato concretamente con Terna la possibilità di interrare e/o spostare le linee. Questo lungo lavoro ha portato al coinvolgimento, oltre a Ponte nelle Alpi, dei  Comuni di Belluno e Soverzene e della Provincia di Belluno."

Un lavoro di squadra, in particolare con l’Assessore Gamba del Comune di Belluno e il Sindaco Savi di Soverzene, che ha portato alla definizione di un Protocollo d’intesa con Terna che definisce tempi e modalità degli interventi. "Ci vorranno almeno sei anni tra progettazione, iter autorizzativo, spostamento e interramento delle nuove linee e la rimozione delle esistenti" dichiara Orzes "ma finalmente siamo arrivati ad un punto di svolta, libereremo il centro del paese dalle linee elettriche."

L’accordo integra le esigenze di pianificazione territoriale, ambientale ed urbanistica dei Comuni con le esigenze di  Terna di potenziare l’attuale stazione elettrica di Polpet. Il costo degli interventi, circa 25 milioni di euro, sarà a totale carico di Terna.

L’Amministrazione Comunale di Ponte nelle Alpi ha organizzato un incontro pubblico informativo per  tutti i cittadini il Venerdì 5 dicembre 2008 per presentare il Protocollo di Intesa con Terna spa.

Il 10 dicembre 2008 il documento (con il relativo cronoprogramma) è stato approvato in Consiglio Comunale.