Comune di Ponte nelle Alpi - (Provincia di Belluno)

TASI 2014

PDF Stampa E-mail

altL’Amministrazione Comunale di Ponte nelle Alpi informa che, con Legge 27/12/2013 n. 147 e successive modificazioni e integrazioni, dall’anno 2014 è stato previsto un nuovo tributo sui “servizi indivisibili” denominato TASI; Il tributo è dovuto in base al possesso o detenzione a qualsiasi titolo di fabbricati e aree edificabili; verrà quindi diviso tra il proprietario dell’immobile e l’eventuale affittuario (in caso di immobile locato). Si informano i contribuenti che sono in corso di distribuzione gli avvisi relativi al pagamento della prima rata IMU e TASI 2014, completi di modello F24 pre compilato pronto per il pagamento. Chi dovesse ricevere i moduli dopo il 16 giugno-data di scadenza-potrà pagare l'importo senza mora nè interessi. Si precisa che in caso di mancata ricezione di comunicazione da parte del Comune il contribuente è comunque tenuto a versare l’imposta.

Per la scadenza del 16/06/2014, l’ufficio Tributi provvederà all’invio dell’F24 semplificato già precompilato.

Questa Amministrazione con deliberazione del consiglio comunale n. 2 del 8/04/2014, ha approvato il Regolamento comunale per l’applicazione della TASI e con deliberazione del consiglio comunale n. 3 del 8/04/2014, ha approvato le tariffe ed ha stabilito che il tributo venga pagato per il 70% dal proprietario e per il 30% dall’occupante (in caso di immobile locato)

Al fine di definire gli utenti con immobili locati e, quindi ripartire correttamente la TASI, l'ufficio tributi ha fatto ricorso agli archivi comunali che riportano i dati derivanti dalle dichiarazioni degli utenti e alle banche dati dell’Agenzia delle Entrate ove consultabili.

Nonostante il lavoro svolto e l’impegno profuso i dati raccolti potrebbero non essere sufficienti a determinare il corretto importo a carico del proprietario e dell’inquilino

Si prega pertanto, stante l’oggettiva impossibilità di individuare tutti i dati necessari, il proprietario dell’immobile “locato” sito nel Comune di Ponte nelle Alpi, a comunicare all’ufficio Tributi, , tutti i dati necessari per poter calcolare la relativa quota spettante dell’importo, utilizzando la dichiarazione disponibile presso gli uffici comunali o scaricabile qui

Qualora l’ufficio non fosse riuscito a reperire i dati, ed in mancanza di tale dichiarazione, l’immobile si intende “non locato” perciò l’imposta sarà calcolata a totale  carico del proprietario dell’immobile, salvo conguaglio nella seconda rata in caso di presentazione della suindicata dichiarazione.

Qualora si riscontrassero degli errori, è necessario segnalarlo all’UFFICIO TRIBUTI ai n. 0437/986760-986761-986767 nei seguenti orari:

  • dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00
  • martedì e mercoledì anche dalle ore 14.00 alle ore 17.00

E’ anche possibile inviare un’e-mail all’indirizzo:

La base imponibile è la stessa dell’IMU, ossia la rendita catastale rivalutata del 5% e moltiplicata per 160 a cui viene applicata l’aliquota riportata nella seguente tabella

Tipologia imponibile Aliquota TASI
Abitazione principale (esclusi A1, A8 e A9), relative pertinenze e assimilazioni di cui all’art. 8 del Regolamento IMU 0,15%
Immobili locati con contratto regolarmente registrato e con categoria catastale diversa dalla A7, di cui all’art. 9 comma 1 del Regolamento IMU 0,10%
Immobili, con categoria catastale diversa dalla A7, dati in comodato ai parenti in linea retta entro il primo grado e il cui comodatario abbia un ISEE non superiore a 15.000 euro annui. Al massimo un immobile per soggetto (art. 9 comma 2 lett. e del Regolamento IMU) 0,10%
Immobili dati in comodato, non rientranti nell’art. 9 comma 2 lettera e del Regolamento IMU, sono assimilati agli immobili locati 0,10%
Alloggi regolarmente assegnati dagli Istituti autonomi per le case popolari (art. 9 comma 2 lett. b del Regolamento IMU) 0,10%
UNO degli altri fabbricati appartenenti a proprietari residenti e dimoranti nel Comune di Ponte nelle Alpi già possessori di abitazione principale (art. 9 comma 2 lett. d del Regolamento IMU) 0,05%
Immobili iscritti in catasto alla categoria D, esclusa la cat. D5 (art. 9 comma 2 lett. a del Regolamento IMU) 0,05%
Fabbricati rurali ad uso strumentale di cui all’articolo 9, comma 3 bis, del Decreto Legge 30 dicembre 1993, n. 557, convertito, con modificazioni, dalla Legge 26 febbraio 1994, n. 133 (art. 10, comma 1 lett. i del Regolamento IMU) esenti
Fabbricati rurali ad uso strumentale di cui all’art. 9 comma 2 lett. c del Regolamento IMU esenti
Immobili ed i fabbricati di proprietà delle ONLUS (art. 10, comma 1 lett. j del Regolamento IMU) esenti
Fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita, fintanto che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati (art. 10, comma 1 lett. k del Regolamento IMU) esenti
Altri fabbricati 0,00%
Aree fabbricabili 0,00%