Sei qui: Home Urbanistica IL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO (P.U.A.)
Comune di Ponte nelle Alpi - (Provincia di Belluno)

IL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO (P.U.A.)

PDF Stampa E-mail

IL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO (P.U.A.)

Che cos’è

E’ lo strumento volto alla lottizzazione di nuove aree ed al completamento dell’edificazione nelle zone di espansione; è approvato dalla Giunta Comunale, ove conforme alle prescrizioni normative, su richiesta della parte interessata proprietaria dell'area da lottizzare.

I caratteri dimensionali dei Piani Urbanistici Attuativi sono disciplinati dal Piano Regolatore Comunale, ora Piano degli Interventi. Per la sua attuazione viene stipulata una convenzione con cui i lottizzanti si impegnano a cedere gratuitamente le aree per la realizzazione delle opere di urbanizzazione primaria e secondaria, ad eseguire le opere stesse o a corrispondere gli oneri relativi.

La L.R. 11/04 (artt. 19-20) definisce in modo unitario le funzioni e le procedure di formazione dei vari Piani Attuativi:

  • Piani particolareggiati e Piani di lottizzazione ai sensi degli artt.13 e 28 della L.1150/42
  • P.E.E.P. ai sensi della L. 167/62
  • P.I.P. ai sensi della L. 865/71
  • Piani di recupero, ai sensi della L. 457/78
  • Programmi Integrati ai sensi della L. 179/92

mentre rinvia alle relative leggi nazionali o regionali la disciplina dei contenuti e dell’efficacia dei piani stessi.

La progettazione delle opere di urbanizzazione è disciplinata dagli “Atti di indirizzo di cui alla lett. h) – art. 50 L.R. 11/04” e dalla normativa tecnica vigente in materia.

Il P.U.A. dovrà essere redatto e sottoscritto dai tecnici incaricati, in possesso delle necessarie competenze (laurea ed iscrizione allo specifico albo dell’ordine di riferimento). Il tecnico che sottoscrive i documenti è responsabile della veridicità di quanto in essi contenuto e del rispetto delle disposizioni di legge per la redazione del piano. Il tecnico responsabile della redazione del P.U.A. potrà avvalersi della collaborazione di altri tecnici con specifiche competenze richieste per la predisposizione di alcuni elaborati tecnici (es. relazione geologica, progetto illuminotecnico ecc. ).

Per l’approvazione del progetto è necessario acquisire i pareri dei soggetti che successivamente al collaudo gestiranno le opere di urbanizzazione (ENEL per le linee elettriche, TELECOM per la rete telefonica, BIM GSP per le reti gas, acquedotto e fognatura)

Se l’ambito di intervento è ricompreso in aree soggette a vincolo ambientale (D.Lgs. 42/04) dovrà essere ottenuta la relativa Autorizzazione Paesaggistica.

L’esecuzione delle opere è subordinata al rilascio del Permesso di costruire secondo il progetto esecutivo allegato al Permesso stesso.

Le opere di urbanizzazione, al termine dell’esecuzione, sono sottoposte a collaudo e quindi cedute all’Amministrazione Comunale.

Allo scopo di comunicare agli utenti e agli operatori privati indicazioni chiare ed univoche alle quali fare riferimento per la predisposizione dei Piani Urbanistici Attuativi (P.U.A.) ai sensi della L.R. 23.4.2004, n. 11 “Norme per il governo del Territorio” e ss. mm. e ii., in attuazione delle previsioni del Piano degli Interventi (ex Piano Regolatore Generale) conformemente alle norme vigenti in materia di urbanistica e ambiente,- l’Ufficio ha predisposto le LINEE GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PIANI URBANISTICI ATTUATIVI, scaricabili dal presente sito unitamente alla modulistica relativa ai P.U.A., linee che è necessario seguire al fine di addivenire alla positiva conclusione del procedimento amministrativo nel più breve tempo possibile.

Dove rivolgersi Addetti
Settore Urbanistica, Lavori Pubblici e Manutenzioni
Servizio Urbanistica

Sede Municipale Fraz. Cadola, 52/A
Tel. 0437-986735 - 740 - Fax 0437-999544
e-mail:
Responsabile del Servizio Urbanistica e Responsabile del procedimento
per. ind. Sergio Deon

Orario d'apertura al pubblico

Lunedì

9.00-12.00

Giovedì

Chiuso

Martedì

9.00-12.00

Venerdì

9.00-12.00

Mercoledì

9.00-12.00

Sabato

Chiuso


Requisiti del richiedente

I Piani Urbanistici Attuativi sono redatti e presentati dagli aventi titolo che rappresentino almeno il 51% del valore degli immobili ricompresi nell’ambito, in base al relativo imponibile catastale e, comunque, che rappresentino almeno il 75% delle aree inserite nell'ambito medesimo.


Modalità di presentazione

La domanda per ottenere il certificato ai sensi dell’art. 30 – comma 2 - del D.P.R. n. 380/2001 va presentata in carta resa legale (bollata) su modello predisposto dal Servizio Urbanistica. Essa può essere consegnata a mano all’Ufficio Protocollo o essere spedita per posta.


Documentazione da presentare

Alla richiesta vanno allegati i seguenti documenti:
TAV. n° 1 - INQUADRAMENTO
TAV. n° 2 - STATO DI FATTO
TAV. n° 3 - RILIEVO FOTOGRAFICO
TAV. n° 4 - STATO DI PROGETTO: PLANIMETRIA GENERALE
TAV. n° 5 - STATO DI PROGETTO: SEZIONI URBANISTICHE
TAV. n° 6 - STATO DI PROGETTO: PLANIMETRIA E TABELLE CARATURE STANDARD E LOTTI
TAV. n° 7 - STATO DI PROGETTO: AREE A VERDE E AD ATTREZZATURE PUBBLICHE
TAV. n° 8 - PROGETTO DELLA VIABILITA’: SEZIONI TIPO E SEGNALETICA STRADALE ORIZZONTALE E VERTICALE
TAV. n° 9 - PROGETTO DELLA VIABILITÀ: ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE
TAV. n° 10 - PROGETTO RETI TECNOLOGICHE: ACQUE BIANCHE, ACQUE NERE, RETE IDRICA
TAV. n° 11 - PROGETTO RETI TECNOLOGICHE: RETE METANODOTTO, RETE TELEFONICA, RETE ELETTRICA
TAV. n° 12 - PROGETTO RETI TECNOLOGICHE: ILLUMINAZIONE PUBBLICA
ALL. A - RELAZIONE TECNICA GENERALE
ALL. B - PIANO PARTICELLARE
ALL. C - RELAZIONE ESPLICATIVA L. N. 13/1989 E D.P.R. N. 503/1996
ALL. D - RELAZIONE GEOLOGICA, GEOTECNICA IDROLOGICA E IDRAULICA
ALL. E - VALUTAZIONE D’INCIDENZA AMBIENTALE (V.INC.A) / SCREENING PRELIMINARE;
ALL. F - PROGETTO RETI TECNOLOGICHE: RELAZIONE E CALCOLO ILLUMINOTECNICO
ALL. G - NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE
ALL. H - PRONTUARIO PER LA MITIGAZIONE AMBIENTALE
ALL. I - SCHEMA CONVENZIONE / ATTO D’OBBLIGO
ALL. L - CAPITOLATO SPECIALE D’APPALTO
ALL. M - COMPUTO METRICO ESTIMATIVO
ALL. N - RELAZIONE ACUSTICA
ALL. O - STUDIO DI IMPATTO VIABILISTICO
ALL. P - DICHIARAZIONE DEL PROGETTISTA
ALL. Q - ATTESTAZIONE CONCERNENTE IL TITOLO DI LEGITTIMAZIONE
ALL. R - PERIZIA ASSEVERATA
ALL. S - RELAZIONE STORICO-DESCRITTIVA
ALL. T - SCHEDE DI ANALISI DEGLI EDIFICI
ALL. U - REGOLARITÀ URBANISTICO-EDILIZIA
ALL. V - ELABORATI PER LA BONIFICA DELLE AREE PER CAMBIO DI DESTINAZIONE D’USO DA PRODUTTIVA A RESIDENZIALE (D.M. 25.10.1999 N. 471 E D.LGS. 5.2.1997 N. 22)

Devono essere allegate n. 5 copie integrali e n. 2 copie ridotte ai documenti necessari per ciascun Ente o Azienda dei quali viene richiesto il parere o autorizzazione.

I pareri delle Aziende erogatrici di Pubblici Servizi unitamente agli elaborati muniti del visto di approvazione.

I pareri / nulla osta degli Enti acquisiti autonomamente, unitamente agli elaborati muniti del visto di approvazione.

Attestazione comprovante l'avvenuto versamento dell’importo per diritti di segreteria.


Iter della pratica

Le fasi principali della procedura di formazione e approvazione, disciplinata dall’art. 20 della L.R. 11/04, consistono in:

  • presentazione dell’istanza da parte delle ditte lottizzanti;
  • esame ed istruttoria del piano con contestuale acquisizione dei pareri e nulla osta necessari non richiesti direttamente delle ditte lottizzanti;
  • adozione del piano con Delibera di Giunta Comunale;
  • pubblicazione, deposito (per 10 gg.) e presentazione di osservazioni (entro i 20 gg. successivi);
  • approvazione del piano con Delibera di Giunta Comunale (art. 5 comma 3 - lett. b) del D.L. 13.5.2011 n. 70);
  • stipula della Convenzione di lottizzazione previa presentazione della fideiussione a garanzia della completa esecuzione delle opere di urbanizzazione
  • rilascio dell’”Autorizzazione a lottizzare”.

Spese a carico del cittadino

Diritti di segreteria a favore del Comune: Ai sensi della Delibera di Giunta Comunale n. 35 del 23.2.2011 la domanda di approvazione del P.U.A. è soggetta al pagamento dei diritti di segreteria:

  • per i Piani di Recupero € 200,00;
  • per i Piani di Lottizzazione: € 350,00 per superficie d’ambito edificabile fino a m² 7.000 ed € 650,00 per superficie d’ambito maggiore.

Diritti di segreteria a favore degli altri Enti ai quali viene chiesto il parere / autorizzazione: è necessario consultare direttamente i rispettivi Enti.

Diritti a favore delle Aziende Erogatrici di Pubblici Servizi alle quali viene chiesto il parere: è necessario consultare direttamente le singole Aziende.

N. 2 marche da bollo del valore corrente sia all’atto della richiesta, sia all’atto del rilascio dell’autorizzazione a lottizzare.


Tempi

Il piano urbanistico attuativo (PUA) di iniziativa privata è adottato ed approvato dalla Giunta Comunale.

La Giunta comunale adotta il piano oppure lo restituisce qualora non conforme alle norme e agli strumenti urbanistici vigenti, entro il termine di settantacinque giorni dal ricevimento della proposta corredata dagli elaborati previsti.

Entro cinque giorni dall'adozione il piano è depositato presso la segreteria del comune per la durata di dieci giorni; dell'avvenuto deposito è data notizia mediante avviso pubblicato nell'albo pretorio del comune e mediante l'affissione di manifesti. Nei successivi venti giorni i proprietari degli immobili possono presentare opposizioni mentre chiunque può presentare osservazioni.

Entro i successivi settantacinque giorni il Consiglio comunale approva il piano decidendo sulle osservazioni e sulle opposizioni presentate.

I termini previsti sono perentori e qualora decorrano inutilmente i termini per l’adozione e quelli per l’approvazione il piano si intende adottato o approvato e le opposizioni e osservazioni eventualmente presentate, respinte.


Normativa di riferimento

Legge Regionale n. 11/04 (artt. 19-20)

Note

Per questioni organizzative il Servizio Urbanistica non riceve direttamente le domande che dovranno essere consegnate all’Ufficio Protocollo.


Schede collegate

Nessuna


Documenti Collegati

LINEE GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PIANI URBANISTICI ATTUATIVI
DOMANDA APPROVAZIONE PUA
SCHEMA CARTIGLIO
ALL. A – RELAZIONE TECNICA GENERALE
ALL. G - NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE
ALL. H – PRONTUARIO PER LA MITIGAZIONE AMBIENTALE
ALL. P - DICHIARAZIONE DEL PROGETTISTA
ALL.Q – ATTESTAZIONE CONCERNENTE IL TITOLO DI LEGITTIMAZIONE
ATTO DI COSTITUZIONE CONSORZIO LOTTIZZAZIONE E STATUTO


data ultimo aggiornamento 28 giugno 2015